lunedì 2 novembre 2015

Dal Sole, uno sciame di particelle verso la Terra

Possibili problemi comunicazioni

Uno sciame di particelle scagliate dal Sole sta viaggiando verso la Terra alla velocità di 800 chilometri al secondo e minaccia di creare una tempesta magnetica. Al momento, secondo l'Agenzia Usa per l'atmosfera e gli oceani (Noaa), le uniche conseguenze prevedibili sono spettacolari aurore boreali, ma non si escludono anche problemi nelle telecomunicazioni.

A generare il vento di particelle verso la Terra è un 'buco' nella regione più esterna (chiamata corona) dell'atmosfera del Sole. "Il fascio è stato generato da un buco coronale", ha spiegato Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e dell'università di Trieste.

''Nelle regioni in cui si 'apre', il campo magnetico lascia sfuggire particelle molto veloci, a tra i 600 e 1000 chilometri al secondo", ha aggiunto l'esperto. In base alle simulazioni al computer, si stima che il flusso di particelle potrebbe investire la Terra nelle prossime 24 ore e scatenare forse una tempesta magnetica. E' però difficile prevederne gli effetti: potrebbero andare da spettacolari aurore polari a latitudini più basse del normale, fino a problemi nelle comunicazioni.

 

Continua qui

Nessun commento: