mercoledì 19 ottobre 2016

ExoMars, il lander Schiapparelli su Marte: attesa per il segnale di conferma

Alle 16.42 il lander Schiaparelli ha affrontato una discesa mozzafiato di sei minuti poi toccare il suolo

Antonio Lo Campo

Il lander Schiaparelli dovrebbe avere toccato il suolo di Marte, ma non è stato ancora ricevuto a Terra nessun segnale che possa testimoniarlo. Nessuna notizia dal radiotelescopio Gmrt (Giant Metrewave Radio Telescope) che si trova in India, a Pune, e che aveva intercettato il “risveglio” dall’ibernazione del lander protagonista della missione ExoMars, organizzata dalle agenzie spaziali di Europa (Esa) e Russia (Roscosmos). Nel frattempo anche l’orbiter della missione ExoMars, il Tgo (Trace Gas Orbiter) è “nascosto” da Marte e non è in grado di inviare i segnali che ha registrato durante la discesa. Entra quindi in gioco la sonda dell’Esa Mars Express, che dall’orbita marziana ha seguito tutte le fasi della discesa di Schiaparelli, fin dall’ingresso nell’orbita di Marte. La posizione della sonda relativamente alla Terra consentirà però di ricevere il segnale nell’arco di un’ora e mezza.

Dopo il suo viaggio di sette mesi dalla Terra a Marte, la sonda dovrebbe avere affrontato un’accelerazione mozzafiato durante la quale i suoi sensori sono entrati in azione per catturare dati, e dovrebbe avere toccato il suolo del pianeta rosso alle 16:48 italiane.

Continua qui

ExoMars, perso segnale Schiaparelli, ma ancora speranze SEGUI LA DIRETTA

 

 

Nessun commento: