martedì 28 ottobre 2008

Saturno


saturno Il pianeta del sistema solare sicuramente più elegante e affascinante grazie agli anelli che lo caratterizzano dagli altri pianeti. Il sesto pianeta a partire dal Sole, di costituzione gassosa come Giove, Urano e Nettuno. Può essere scorto nel cielo con un telescopio amatoriale, con cui è possibile distinguere anche gli anelli e il suo più grande satellite, Titano che ruota su di esso in 16 giorni. Gli anelli di Saturno riflettono più luce del globo stesso, quindi è possibile vederlo con una magnitudine fino a -0.3. Può capitare durante le osservazioni mirate su questo splendido astro di non percepire la presenza degli anelli, questo perché il pianeta è inclinato di ben 29° rispetto al verticale, quindi mentre ruota intorno al Sole capita che i suoi anelli sono inclinati verso di noi, mentre altre volte si presentano di taglio (fatto che capita ogni 15 giorni). Saturno ruota lentamente intorno al Sole, in un periodo di 29.5 anni, ad una distanza media di 1430 milioni di km, quasi 10 volte la distanza che separa la terra dal Sole. Come dimensione Saturno è secondo solo a Giove, con un diametro equatoriale di 120.000 km, con una rotazione su se stesso di 10.25 ore è il più breve dopo quello di Giove, altro fatto simile a Giove è la composizione, infatti è composto per lo più di idrogeno e elio. Caratteristica che differenzia Saturno da tutti i pianeti è la sua densità media, che di fatto è inferiore a quella dell'acqua. Se il pianeta fosse messo in un oceano abbastanza grande ci potrebbe galleggiare. Il diametro di Saturno da polo a polo è ancor più schiacciato di quello di Giove, infatti è di 108.000 km, circa il 10% meno del suo diametro equatoriale, su Giove la differenza è del 6%. La meteorologia di Saturno non è molto diversa da quella del suo fratello maggiore Giove, infatti entrambi hanno una fonte interna di calore, Saturno irradia 2 volte e mezza il calore che riceve dal Sole, ha un sistema nuvoloso con venti che soffiano fino a 1200 km orari, quattro volte più velocemente che su Giove. Molti studi natura lmente sono stati fatti più che altro sulla caratteristica principale di Saturno ossia gli anelli, studi che hanno portato a scoprire che gli anelli non sono solidi come si pensava al principio, ma bensì formati da miliardi di particelle minuscole. Gli anelli vengono divisi in due parti, la "A" che sarebbe la parte più esterna, meno intensa come luminosità, la parte "B" che è separata dalla parte "A" da uno spazio di circa 3000 km, chiamata divisione di Cassini. All'interno dell'anello B c'è un anello ancora più debole e trasparente detto C o anello di "garza". Le particelle che costituiscono gli anelli sono di varie dimensioni, da minuscoli polveri e granelli a macigni grandi quanto un palazzo. Composti da acqua ghiacciata e polveri di varia natura. Un'ipotesi è che tutti questi detriti intorno a Saturno siano i resti di un satellite avvicinatosi troppo a Saturno disintegrandosi. I raggi di Saturno sono di un diametro che arriva fino a 270.000 km. un'immensità in rapporto allo spessore, che arriva ad un massimo di 100 m.. Saturno ha 9 satelliti degni di nota per dimensioni, Mimas, Encelado, Teti, Dione, Rea, Titano, Iperione, Giapeto e Febe. Mimas è una palla di neve composto da ghiaccio e roccia, con la particolarità di un enorme cratere del diametro di 390 km di diametro. Giapeto il satellite più esterno dopo Febe, ha la particolarità di aver un lato 5 volte più scuro dell'altro, probabilmente a causa dello staccarsi di particelle da Febe che è molto più scuro. Il satellite più grande di Saturno è Titano con un diametro di 5100 km, più grande di Mercurio ma più piccolo di Ganimede, satellite di Giove, l'unico ad avere un'atmosfera sulla superficie, del 50% maggiore di quella della Terra al livello del mare. Atmosfera composta per il 90% di azoto e il resto quasi interamente di metano. Nubi di smog arancioni impediscono alle sonde di fotografarne la superficie, nonostante le dense nubi la temperatura su Titano è rigidissima, circa -180°C.


Fonte

Nessun commento: