lunedì 17 maggio 2010

Verso Venere a vele spiegate con il Sole per beffare la Nasa

Parte dall'isola giapponese di Tanegashima, Ikaros, la prima navicella ad energia solare. Un progetto bocciato dagli americani (i test non hanno mai superato l'atmosfera) ma che ora spera di stupire il mondo

di LUDOVICA AMOROSO

SI CHIAMA Ikaros la prima navicella spaziale ad energia solare che partirà domani per esplorare le profondità del cosmo, e Progettata dall'agenzia giapponese Jaxa, sarà lanciata domani alle 6.44 ora locale (le 23.44 italiane di oggi) dal centro spaziale nipponico che si trova sull'isola di Tanegashima. Destinazione estremamente suggestiva: il pianeta Venere. La missione - che costa circa 13 milioni di euro - è proprio l'analisi dell'atmosfera e del clima di questo pianeta. Per svelarne i misteri e usarli come modelli per capire la nascita dell'atmosfera terrestre e i suoi cambiamenti attuali. Un razzo porterà la navicella nello spazio e questa si staccherà non appena avrà superato l'orbita terrestre. Lo stesso vettore trasporterà anche Akatsuki o Planet-C, ovvero il primo satellite giapponese creato per esplorare Venere e che lavorerà in coppia con il Venus Express, lanciato dall'Agenzia Spaziale Europea nel 2005.

...

Fonte

Nessun commento: