venerdì 29 aprile 2011

Tutto pronto a Cape Canaveral per l'ultimo volo di Endeavour

Il lancio, il penultimo di uno Shuttle, previsto poco prima delle 22 italiane. Ci sarà anche Obama, che arriverà dopo la visita all'Alabama devastato dai tornado. Per la prima volta a bordo della navetta l'italiano Roberto Vittori dal nostro inviato ANGELO AQUARO

 

CAPE CANAVERAL (Florida) - Anche gli astronauti, nel loro piccolo, tremano. "Quando fai le ultime prove sulla passerella" dice quell'eroe italiano che porta il nome di Roberto Vittori "e ti ritrovi lassù in alto a 60 metri d'altezza... Tutto bene. Però poi c'è quell'ultimo saltello con la rampa che non può toccare la navicella per questioni di sicurezza, deve restare isolata, saranno 20 o 30 centimetri: nel vuoto. Insomma un certo brivido...". No, non è soltanto un grande passo per l'umanità: anche quello che per l'uomo sarebbe un piccolo passo può sembrare un salto impossibile quando gli occhi di tutto il mondo sono su di te. Come accadrà questo pomeriggio qui, nella storica Cape Canaveral - quasi le 10 di sera in Italia - con l'ultimo attesissimo lancio della Shuttle Endeavour. Un'ultima volta che la Nasa a cui Barack Obama ha stretto i cordoni della borsa - 3 miliardi di budget in meno e 5mila licenziamenti in più - sta vivendo con l'emozione di una prima.

INTERATTIVO La fine di un'era 1


Continua a leggere

Nessun commento: