giovedì 29 novembre 2012

Scoperto un raro "fossile" cosmico: è un buco nero extralarge

NGC 1277 nasconde un ospite mangia-gas decisamente ingombrante. Secondo gli esperti avrebbe massa pari a 17 miliardi di volte quella del Sole.

Il cuore supermassiccio della galassia NGC 1277. Photo credit: NASA/STSc/ESA
Il cuore supermassiccio della galassia NGC 1277. Photo credit: NASA/STSc/ESA

Tutto sui buchi neri
Che cosa succede se finisci in un buco nero? Come sono fatti? Quanti ce ne sono?
Scopri tutto ciò che c'è da sapere sugli oggetti più strani (e inquietanti) dell'Universo:
I video sui buchi neri
Le foto dei buchi neri
Le notizie dal blog "Una finestra sull'Universo


Che nel cuore di molte galassie a spirale dormisse un buco nero non è certo una novità. Finora, però, si pensava che i misteriosi "mostri" divoratori fossero in qualche modo proporzionati al resto della galassia, e in particolare che avessero una massa pari a circa il 10% quella dell'ammasso centrale di stelle della loro ospite.


Immaginate dunque lo sconcerto di un gruppo di scienziati che ha individuato, al centro di NGC 1277, una galassia a spirale della costellazione di Perseo situata a circa 200 milioni di anni luce dalla Via Lattea, un buco nero con massa pari al 59% del nucleo stellare centrale della galassia ospite, o al 14% della massa di tutte le stelle in essa contenute.

Continua qui
 

Nessun commento: