martedì 8 luglio 2014

Stelle gemelle ma diverse. Quando i sistemi planetari vanno a braccetto

Scoperti due nuovi pianeti extrasolari in un sistema stellare doppio. È il primo esempio di sistema binario in cui entrambe le stelle hanno dei pianeti. Fondamentale il contributo degli astronomi italiani



Stelle gemelle ma diverse. Quando i sistemi planetari vanno a braccetto

A QUASI 500 anni luce da noi, nella costellazione della Lince, c'è una danza cosmica che continua da centinaia di milioni di anni, o forse di più. Le prime ballerine sono due stelle quasi identiche, poco più vecchie del Sole, ciascuna circondata da un piccolo corteo di pianeti. Questo grandioso spettacolo celeste ci è stato svelato da un team internazionale di astronomi nell'ambito del progetto Global Architecture of Planetary Systems (GAPS), guidato da Silvano Desidera dell'Osservatorio Astronomico di Padova dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). Sfruttando lo strumento HARPS-N installato al Telescopio Nazionale Galileo alle Canarie, Silvano Desidera e colleghi hanno infatti scoperto due pianeti intorno a una delle due stelle, denominata XO-2S. Ma anche la compagna XO-2N ha un pianeta, scoperto nel 2007, e ciò rende queste due stelle davvero speciali. È la prima volta infatti che gli astronomi identificano un sistema doppio in cui entrambe le componenti sono circondate da pianeti. La scoperta, che ha visto un contributo decisivo degli astronomi italiani, è ora in pubblicazione su Astronomy & Astrophysics Letters e ci aiuterà a capire meglio l'incredibile varietà dei sistemi planetari extrasolari.

Continua qui

Nessun commento: