venerdì 19 dicembre 2014

Missione Rosetta, la cometa è coperta da uno strato di materiale organico

E' anche più "calda" del previsto, emerge dai primi dati presentati negli Stati Uniti. Intanto si lavora per estendere la missione

Missione Rosetta, la cometa è coperta da uno strato di materiale organico
(ansa)
 
ROMA - La cometa obiettivo di Rosetta è coperta da uno strato grigio di polveri organiche ed è più calda del previsto: lo indicano i primi dati della missione dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) presentati negli Stati Uniti, nel convegno dell'American Geophysical Union (Agu), e rilevati grazie allo spettrometro italiano Virtis. Ha una temperatura di -50 gradi, confrontabile a quella che si registra in estate nelle zone interne dell'Antartide. E' un'immagine ad alta definizione, quella fornita dallo strumento Virtis (Visible and Infrared Mapping Spectrometer) che si trova a bordo della sonda Rosetta e del quale è responsabile Fabrizio Capaccioni, dell'Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Iaps-Inaf). Mentre una semplice fotocamera si basa su tre colori, la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko è stata 'immortalata' utilizzando ben 860 colori che coprono tutto lo spettro luminoso, dalla luce ultravioletta a quella infrarossa. Nessun fossile del Sistema Solare ha mai avuto finora un identikit così dettagliato.

Continua qui

Nessun commento: