venerdì 30 marzo 2018

Galassia impossibile infittisce il mistero sulla materia oscura

La prima composta solo da materia visibile, contro ogni regola


Diventa più fitto il mistero sulla materia oscura dopo la scoperta di una galassia 'impossibile', la prima che, contro ogni regola, è priva della materia invisibile che costituisce il 25% dell'universo ed è composta solo di materia ordinaria. Pubblicata sulla rivista Nature, la scoperta si deve al gruppo dell'università americana di Yale coordinato da Pieter van Dokkum.

Distante 65 milioni di anni luce, la galassia si chiama NGC1052-DF2 ed è particolare anche per un altro aspetto: è molto diffusa. Grande come la Via Lattea, la galassia contiene un numero di stelle 200 volte inferiore rispetto a quello che esiste nella nostra galassia. A differenza delle altre galassie, inoltre, NGC1052-DF2 non ha una regione centrale più densa, né bracci a spirale e neanche un buco nero al centro. La sua scoperta "è sorprendente perché non ci aspettiamo differenze nelle galassie", ha rilevato il vicepresidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), Antonio Masiero. Nello stesso tempo, ha aggiunto, "il dibattito sulla materia oscura si fa ancora più vivo e affascinante soprattutto sull'interazione che c'è tra materia oscura e materia ordinaria".

Continua qui

Nessun commento: