martedì 31 luglio 2012

Luna, ancora sventolano le bandiere Usa

Luna, ancora sventolano le bandiere Usa
 
"Sventolano" per modo di dire certo, perché sulla Luna di vento non ce n'è. Però sono ancora in piedi, le bandiere a stelle e strisce piantate dagli astronauti dell'Apollo durante le missioni sul nostro satellite negli anni '60 e '70. Questo ha stupito non poco perché non si pensava che avrebbero retto per oltre 40 anni agli sbalzi di temperatura e al bombardamento ultravioletto. La Luna infatti non possiede atmosfera. Ogni allunaggio dei sei andati a buon fine (dovevano essere sette ma l'Apollo 13 dovette rimanere in orbita senza poter scendere a causa di un guasto) ha portato una bandiera, piantata sul luogo in cui gli astronauti hanno toccato. Le nuove immagini, scattate dalla camera ad alta definizione della sonda Lunar reconaissance orbiter, mostrano che tutte le aste eccetto una (quella dell'Apollo 11 che cadde al momento del decollo del modulo spaziale di ritorno verso la terra, secondo quanto ha raccontato Buzz Aldrin) sono ancora in piedi. Una conclusione alla quale gli scienziati della Nasa sono giunti osservando lo spostamento dell'ombra nelle diverse ore del giorno. Nelle foto compaiono anche i resti delle strutture lasciate sul suolo lunare e le tracce rimaste delle loro "passeggiate". Una prova in più fornita dalla Nasa contro le teorie degli scettici e detrattori che sostengono che l'uomo, sulla Luna, non ci sia mai arrivato

a cura di Matteo Marini
 

domenica 29 luglio 2012

Terra, ti presento tua sorella: la Luna


La Luna è nata dall'impatto di un gigantesco oggetto con la Terra

A molti poeti -e forse anche a noi tutti- è capitato di chiamare la Luna “cara sorella Luna”… Beh, ora, se l’ipotesi appena formulata da ricercatori del Center for Space and Habitability di Berna (svizzera) è corretta abbiamo la certezza che la Luna è davvero nostra sorella. Da tempo gli astronomi dibattono sulla formazione del nostro satellite. Quel che è certo è che sembra che esso si è formato da un impatto con un altro oggetto spaziale, il quale ha liberato dalla Terra grandi quantità di materiale che è stato lanciato nello spazio. Una volta in orbita terrestre il materiale si è aggregato originando il nostro satellite. Ma ancora oggi rimangono poco chiare le modalità dell’impatto.

Continua qui

giovedì 19 luglio 2012

La più antica galassia a spirale, antenata della Via Lattea

La più antica galassia a spirale, antenata della Via Lattea

Una galassia a spirale, come la nostra, nata circa 11 miliardi di anni fa, quando l'universo era giovanissimo. Descritta su Nature, questa antenata della Via Lattea, identificata con la sigla BX442, è la più antica galassia a spirale mai osservata ed ha, in parte, sorpreso gli astrofisici perché finora si riteneva che a quell'epoca nell'universo non ci fossero le condizioni per la formazione di galassie di questo tipo. La ricerca coordinata dall'università canadese di Toronto si basa sulle immagini del telescopio spaziale Hubble. (Foto da Nature)

Fonte

domenica 15 luglio 2012

La Luna nasconde Giove

La Luna nasconde Giove
Le immagini sono state riprese questa notte dall'Osservatorio Astronomico del Righi e mostrano l'occultazione lunare di Giove. Il nostro satellite ha nascosto il gigante del Sistema Solare alle 3.30 e Giove è poi riemerso dalla parte in ombra della Luna alle 4.12. "Il fenomeno - spiega Walter Riva dell'Osservatorio del Righi - è stato davvero suggestivo e affascinante, sia nelle riprese a grande campo sia ingrandito al telescopio ma anche osservato a occhio nudo. Nelle immagini a grande campo, infatti, si vede anche lo sfavillante Venere brillare più in basso della Luna mentre Giove le è accostato. Nelle immagini più ingrandite, oltre alla Luna e a Giove si vedono le 4 lune principali di Giove, scoperte da Galileo Galilei circa  400 anni fa (le immagini sono state riprese dallo staff dell'Osservatorio: Marina Costa, Marco Ferro, Alfonso Mantero, Antonella Marasco, Antonino Parisi, Walter Riva, Davide Zambonin) Nell'immagine, la luna, il "dischetto" più luminoso è Giove, mentre i quattro punti, da sinistra, Callisto, Galimede, Io, Europa

domenica 8 luglio 2012

Il Satellite meteo MSG-3 dell'Esa è in orbita

È in orbita il nuovo satellite meteo europeo MSG-3. La partenza ieri 5 luglio dallo spazioporto europeo di Kourou nella Guiana Francese, a bordo del razzo Ariane5. I sensori del satellite garantiranno sia all'Europa che all'Africa aggiornamenti in tempo reale.
Circa 34 minuti dopo il lancio, il terzo satellite Meteosat è stato posizionato nella sua orbita ellittica, controllato da terra dall'European Space Operations Centre di Darmstadt, in Germania. Tra dieci giorni, una volta completate le operazioni iniziali, MSG-3 sarà consegnato al proprietario del satellite, l'European Organisation for the Exploitation of Meteorological Satellites (EUMETSAT).

Continua qui

mercoledì 4 luglio 2012

Scoperto il Bosone di Higgs Hack: "Quella particella è Dio"

Al Cern di Ginevra individuato il Bosone di Higgs, che spiega come mai tutte le cose nell'universo abbiano una massa. Era stato teorizzato ben 48 anni fa dallo scienziato inglese, oggi 84enne e commosso fino al pianto dalla standing ovation che gli hanno riservato (FOTO 3). Per lui si profila il riconoscimento scientifico più ambito dall'inviato ELENA DUSI
LA SCHEDA 4Video 5 Grafiche 61 7  2 8  3 9Bertolucci, del Cern, l'anticipò alla Repubblica delle Idee 10
Video Per errore l'annuncio esce sul sito del Centro 11
Ironia su Twitter per il carattere scelto dal Cern 12

 

Continua qui