lunedì 31 gennaio 2011

Nasa, la doppia eruzione solare

La suggestiva immagine ripresa dal Sdo (Solar Dynamics Observatory) della Nasa il 28 gennaio: una doppia e simultanea esplosione solare sui lati opposti della nostra stella

Le foto

mercoledì 26 gennaio 2011

Shorty awards, Nespoli candidato per scienza

L'astronauta nella rosa dei migliori comunicatori nei social media

 ROMA - L'astronauta Paolo Nespoli è entrato nella rosa dei candidati agli Shorty Awards, i premi assegnati ai migliori comunicatori nei social media.
L'astronauta italiano dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) è in corsa nella categoria "Scienza" per l'intensa attività di comunicazione che sta svolgendo dalla Stazione Spaziale Internazionale nell'ambito della missione MagIsstra.
Le votazioni sono in corso sulla rete e per esprimere la preferenza basta un tweet. Il prossimo traguardo è giungere a febbraio identificando sei finalisti per ciascuna delle numerosissime categorie previste nel concorso.
I vincitori saranno poi selezionati combinando i voti popolari con quelli dei membri della Real-Time Academy of Short Form Arts & Sciences. La cerimonia di consegna dei premi è prevista in marzo a New York.

Fonte

 

giovedì 20 gennaio 2011

2010, il più caldo in 150 anni dalla Nasa allarme per il clima

Registrato il nuovo record per la temperatura terrestre, che ormai si innalza di un quinto di grado ogni decennio. Gli scienziati: "Se non si riduce l'anidride carbonica il pianeta si surriscalderà ancora" di LUIGI BIGNAMI

 

2010, il più caldo in 150 anni dalla Nasa allarme per il clima 

Nuovo record per la temperatura terrestre. Il 2010 ha superato il 2005 e il 1998 considerati (a secondo del tipo di misure eseguite) come gli anni più caldi dal 1880 ad oggi. Il dato è stato rilasciato dal Giss (Goddard Institute for Space Studies) della Nasa. La differenza rispetto al 2005 è di soli 0.01 gradi centigradi, ma nonostante ciò la Nasa è riuscita a determinare che l'anno appena trascorso è stato il più caldo dei precedenti. Dopo il 2005 e il 1998 seguono a ruota il 2002, il 2003, il 2006 e il 2007.
Stando ai dati in possesso della Nasa si può affermare che la temperatura del 2010 è risultata di 0,74°C superiore alla media ottenuta tra il 1951 e il 1980. Facendo analisi a più lungo periodo, secondo gli scienziati ora la temperatura si sta innalzando ad una velocità di circa un quinto di grado centigrado ogni 10 anni.


Continua a leggere

venerdì 14 gennaio 2011

sabato 8 gennaio 2011

Baby stelle nella galassia di Andromeda

ROMA  - Le prime immagini delle stelle che si stanno formando adesso nella galassia di Andromeda, la più vicina alla Terra, sono state catturate dai satelliti dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) Herschel e Xmm-Newton. Riprese nei giorni attorno a Natale, sono le prime immagini che vedono Andromeda ai raggi X e nell'infrarosso, "colorando" di rosso, arancio e giallo i dischi di materia della sua spirale. Gli stessi che nell'osservazioni ottiche appaiono di un azzurro che diventa sempre più sfumato e debole procedendo dall'interno verso l'esterno. Nelle immagini all'infrarosso inviate a Terra dal satellite Herschel le centinaia di miliardi di stelle di Andromeda appaiono molto brillanti e, soprattutto, risultano essere molto più numerose di quanto si immaginasse. Nelle nubi di polveri fredde si trovano veri e propri incubatori di stelle in formazione, spie di un processo che potrebbe durare centinaia di milioni di anni. Tanto è il tempo necessario prima che una stella raggiunga un'intensità tale da renderla visibile ai tradizionali telescopi. Per la prima volta, inoltre, le immagini del telescopio Herschel mostrano che le polveri della galassia sono organizzate in almeno cinque anelli concentrici.

Continua a leggere

domenica 2 gennaio 2011

Un'eclissi di sole nel cielo dell'Italia Sette parti su dieci coperte dalla Luna

 

Il massimo della visibilità a Milano. Lo spettacolo sarà doppio: dopodomani anche il fenomeno delle stelle cadenti d'inverno

 

MILANO - Il 2011 potrebbe essere ricordato come l'anno delle eclissi che regaleranno spettacoli indimenticabili per gli appassionati di fenomeni astronomici. Se ne potranno ammirare sei: due riguarderanno la Luna e quattro, invece, il Sole.
La prima parziale di Sole avverrà, dopodomani, e sarà visibile da buona parte dell'Europa che vedrà sorgere il Sole già oscurato dalla Luna.
L'osservazione sarà migliore spostandosi verso Nord (a Copenaghen l'oscuramento sarà dell'82.6 per cento e a Berlino dell'80.6 per cento).  In Italia, comunque, sarà un fenomeno da record. Secondo gli astronomi, infatti, sarà, insieme a quella del 20 marzo 2015, la maggiore visibile sino al 2026.  Nella tarda notte di martedì, tutti con il naso all'insù per ammirare uno sciame di meteore delle Quadrantidi, che prendono il nome dalla costellazione che si trova nel Quadrante Murario. 

 

Continua a leggere