domenica 27 novembre 2011

La mappa più completa della superficie lunare

La mappa più completa della superficie lunare

E' la mappa più dettagliata mai realizzata prima della superficie della Luna, ottenuta grazie ad un puzzle di migliaia di immagini scattate dalla sonda della Nasa LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter) in orbita attorno al nostro satellite naturale. Ha una definizione massima di 100 metri per pixel e copre il 98 per cento della superficie. Solamente i poli, che sono costantemente in ombra, non possono essere fotografati. I diversi colori indicano l'altezza dei monti e delle depressioni, rilevata dal Lunar Orbiter Laser Altimeter, lo strumento laser per misurare i rilievi. La camera montata a bordo della sonda produce una mappatura completa della Luna ogni mese, in modo tale da ottenere immagini in qualsiasi condizione di luce (a cura di Matteo Marini)

Fonte

venerdì 25 novembre 2011

Nuova missione su Marte: la Nasa conta su Curiosity

Un laboratorio delle dimensioni di un'auto: l'agenzia spaziale americana presenta l'esploratore robotico di ultima generazione, in partenza sabato. Obbiettivo:cercare forme di vita sul pianeta rosso.

Il video

martedì 22 novembre 2011

Astronauti Iss tornati terra dopo 5 mesi

Rientro dopo aver trascorso in orbita 167 giorni

Tre astronauti - un russo, uno statunitense e un giapponese - che hanno trascorso oltre cinque mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), sono rientrati a bordo della capsula russa Soyuz, atterrata sulla steppa del Kazakhstan durante la notte. Lo annuncia il Centro russo di controllo dei voli spaziali. La navetta Suyuz Tma-02m ha toccato terra nella regione di Arkalyk, nel nord del Kazakhstan, alle 03:26 italiane. Gli astronauti sono il russo Serghei Volkov, l'americano Mike Fossum e il giapponese Satoshi Furukawa. Appena scesi dalla capsula, ancora con indosso la tuta spaziale, sono stati accomodati su delle poltrone per aiutarli a riabituarsi alla gravita' terrestre dopo aver trascorso in orbita 167 giorni, con una coperta per proteggersi dalla temperatura esterna di 15 gradi sotto zero. I tre sono poi stati accompagnati a un centro medico per gli accertamenti.

Fonte

lunedì 21 novembre 2011

Acqua (e forse vita) sulla luna di Giove

La rivoluzionaria scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature da un team dell'università di Austin. Il bacino idrico si trova sotto la superficie gelata di Europa. 'Habitat adatto alla vita'.

 Continua qui

domenica 13 novembre 2011

La Terra, vista da lassù

Aurore australi e boreali, ragnatele di luci delle metropoli, fulmini e nuvole

MILANO - È senza dubbio uno dei video più suggestivi degli ultimi tempi: il nostro pianeta visto da lassù, dello spazio, a 390 chilometri da noi. Impressionati aurore australi e boreali, ragnatele di luci delle metropoli, fulmini e nuvole. Un volo mozzafiato intorno alla Terra attraverso le immagini catturate della Stazione Spaziale Internazionale. 

Continua qui

mercoledì 9 novembre 2011

Asteroide: incontro ravvicinato senza conseguenze

Un asteroide del diametro di 400 metri è passato vicinissimo alla terra nella notte su mercoledì ed è stato anche filmato dai telescopi della NASA. 

 Era stato scoperto nel 2005. Da allora le numerose simulazioni dei modelli matematici hanno accertato che la traiettoria dei questo bolide del cielo, diametro di circa 400 metri, avrebbe fischiato nelle nostre orecchie, passandoci a un tiro di schioppo nel novembre del 2011.
E così è avvenuto alle ore 0.28 di mercoledì 9 novembre, quando il pezzo di roccia cosmica è transitato entro l'orbita lunare passando a soli (astronomicamente parlando)  324 mila e 600 chilometri dal nostro Pianeta. I telescopi della NASA hanno colto l'occasione per seguire in tempo reale il suo passaggio, filmandolo per intero.
L'influenza gravitazionale dell'asteroide, dalla forma quasi sferica e dal colore molto scuro, non ha avuto alcun effetto rilevante per noi. Dopo il rischio comunque passato, tutti tiriamo un sospiro di sollievo.
Il suo ritorno è previsto tra circa 200 anni. Nell'immagine la sagoma dell'asteroide, ribattezzato  2005 Yu55.

Fonte

 

mercoledì 2 novembre 2011

L'asteroide che ci sfiorerà l'8 novembre

Passerà ad appena 324 mila chilometri tra noi e la Luna




MILANO - Sta arrivando, come previsto, il grande asteroide «2005 YU55» che da tempo fa parlare di sé. Il prossimo 8 novembre ci sfiorerà, in senso astronomico, da appena 324 mila chilometri, vale a dire un po’ più vicino della Luna. Non è il primo, naturalmente, che vola su queste traiettorie, ma fa notizia per la sua dimensione avendo un diametro di 400 metri come hanno stabilito le rilevazioni con il grande radar di Arecibo. E in questa fase finale viene seguito quattro ore ogni giorno dalla parabola di Goldstone, in California, di solito impegnata nel comunicare con le sonde interplanetarie della Nasa. Ciò consente di affinare ancora di più il disegno del percorso. 
 
Continua qui